featured image

Pesci marini tropicali che non dovrebbero essere allevati in acquario

By ammin in Pesci Marini Tropicali on 10 febbraio 2016 - No Comments

Quali sono le specie di pesci marini tropicali d’acqua salata che non dovrebbero essere allevati in un acquario.

Acquario con pesci marini tropicali
Acquario con pesci marini tropicali – Clicca per ingrandire la foto

I pesci marini tropicali da dover evitare di allevare in un acquario marino

E ‘fin troppo comune sentire che un principiante ha incontrato gravi problemi dovuti alla ricerca impropria di specie di pesci tropicali da inserire in acquario. Spesso si può vedere un bel pesce colorato nel nostro negozio di fiducia e ci si può infatuare con l’idea di allevare qualcosa di simile ad uno squalo. La gente li mettono in guardia su queste specie, ma non importa per loro in molti casi. Questo articolo ha lo scopo di portare alla luce alcune specie di pesci marini tropicali che non dovrebbero mai essere tenute in acquario tranne che dagli acquariofili con esperienza e con vasche adeguate (e in alcuni casi nemmeno da hobbisti con esperienza).

Gli squali
Molte persone amano l’idea di avere uno squalo nel loro acquario al posto di altre specie di pesci marini tropicali. Si può entrare in un negozio e vedere uno squalo giovane che non sembra troppo grande. Quello che non riescono a capire è che la maggior parte degli squali saranno presto troppo grandi per la loro vasca. Per questo motivo, gli squali devono essere evitati a tutti i costi sia dagli acquariofili neofiti che dagli acquariofili esperti a meno che non si è disposti ad ospitarli in un enorme vasca con un sistema di filtrazione enorme. Quando dico enorme, non voglio dire una vasca da 150 litri. Voglio dire un serbatoio enorme. Gli squali hanno bisogno di un sacco di spazio per nuotare e producono una massiccia bio-carica nel vostro acquario. Lasciate gli squali nell’oceano a cui appartengono e scegliete possibilmente una specie di pesce marino tropicale più idoneo.

Squalo Bamboo
Squalo Bamboo

Se davvero non si può sfuggire all’idea di allevare uno squalo, attenetevi agli squali che rimangono piccoli e che si muovono poco. Gli esempi includono solo alcune specie di squalo che inizialmente necessiteranno di un acquario di almeno 200 litri. Un esempio, può essere lo squalo Bambù (o Bamboo) che arriva a cresce “solo” fino a un metro e venti di lunghezza e non è un grande nuotatore. Lo squalo bambù appartiene alla famiglia degli squali dell’ordine Orectolobiformes mentre il suo vero nome scientifico è Hemiscylliidae. Sono squali dalla forma snella e vengono considerati “relativamente piccoli”. Il loro corpo ha una forma cilindrica e presenta dei barbigli corti e un grande sfiatatoio. Hanno code lunghe code che superano la lunghezza del loro corpo.

Razze

Razza chiodata
Razza chiodata

Anche in questo caso la maggior parte delle razze sono semplicemente troppo grandi per l’acquario marino normale. Essi richiedono una vasta area di superficie e una messa a punto molto specifica per mantenerli in vita. È necessario essere molto precisi nella selezione degli altri abitanti e per l’allestimento dell’acquario. Le razze possono ferire gli acquariofili se lui o lei non è attento. Come con gli squali, è generalmente una buona idea lasciarli in pace nel loro habitat naturale a meno che non si è disposti ad investire in una creazione di un acquario marino enorme con l’ambiente adeguato ricreando il loro ambiente naturale. Per farvi un’idea, nella foto possiamo vedere un esemplare di Razza chiodata dal vero nome scientifico Raja clavata. Gli adulti di questa specie possono crescere fino ad una lunghezza massima di un metro e arrivare a pesare fino ai quattro chili per un esemplare adulto.

Pesce mandarino (Synchiropus splendidus)

Pesce mandarino
Pesce mandarino

Questi pesci sono a volte chiamati “Ghiozzo Mandarino” anche se non sono ghiozzi, sono veri e propri pesci marini tropicali. Richiedono grandi vasche mature da diverso tempo con valori dell’acqua idonei per sopravvivere. In genere non imparano a mangiare cibi preparati, si dovrebbe chiedere al vostro negoziante di pesci prima di acquistarne uno. Se sono tenuti in una piccola vasca che non è matura, lentamente si lascerà morire di fame. Questo non vuol dire che non si può mai allevare questa specie come molte persone fanno, ma sono meglio lasciarli stare se non si acquista una certa esperienza come acquariofilo. Il pesce mandarino (Synchiropus splendidus) può avere dei colori veramente sorprendenti, ma se non siete acquariofili con una certa esperienza nell’allevare pesci tropicali marini, sarà meglio non acquistarli.

Idolo moresco (Zanclus cornutus)

Idolo moresco
Idolo moresco

E ‘possibile allevare questi pesci, ma per ogni uno che sopravvive in cattività, centinaia muoiono. Sono altamente sensibili alle malattie, al trasporto, allo stress e richiedono vasche da oltre 200 litri. La maggior parte di loro muore entro un anno e pochi sopravvivono. Anche gli acquariofili esperti dovrebbero evitare di volerli allevare in acquario fermando la pratica di catturarli e importarli dato il loro alto tasso di mortalità. L’idolo moresco, dal vero nome scientifico Zanclus cornutus assomiglia al suo simile di acqua dolce, Pterophyllum scalare ma non hanno nulla in comune. L’idolo moresco può arriva a misurare 50 centimetri di lunghezza quando diventa adulto.

Polpo (Octopus vulgaris)

Polpo
Polpo

Sono molto intelligenti, delicati, e di solito devono essere tenuti in una vasca con una singola specie e nient’altro. Non vivono molto a lungo e sono ottimi artisti della fuga che richiedono un coperchio per chiudere l’acquario anche se ci sono storie su di loro e sulla loro fuga con l’acquario con il coperchio e su dei mattoni. Non bisogna mai tenere un polipo nel vostro acquario non importa quale sia il vostro livello di esperienza. Il nome scientifico del polpo è Octopus vulgaris, viene chiamato comunemente anche polipo ma questo nome comune è sbagliato, il loro nome comune giusto è: polpo. L’Octopus vulgaris non è consigliabile da allevare in acquario non perché è difficile da allevare ma perché la sua intelligenza lo porta a sperimentare continui metodi per evadere dalla vostra vasca e prima o poi ce la farà.

Altri pesci marini tropicali e altri animali che non dovrebbero essere allevati in acquario:

Anguille
Ci sono alcune specie di anguille che possono essere allevate in acquario, ma a volte può essere difficile da decifrare quali sono le specie che rimangono piccole e quali raggiungeranno dimensioni ragguardevoli. Le anguille crescono molto velocemente e si mangiano anche grandi pesci nella vasca. Anche l’anguilla comunemente venduta in commercio può mangiare specie di pesci marini tropicali più grandi. Possono anche apportare un enorme bio-carico nel vostro acquario. Se si decide di allevare un anguilla, assicuratevi di fare una ricerca e di essere assolutamente sicuri di che tipo di anguilla si sta cercando.

Pesce farfalla
Questi è meglio lasciarli agli acquariofili esperti, e anche in questo caso, solo le poche specie che sono abbastanza resistenti per sopravvivere in cattività a causa della loro avversione generale agli alimenti preparati e alla predisposizione per le malattie. Mangeranno anemoni, il che li rende non adatti ad acquari marini di barriera. La loro dieta specializzata li rende adatti solo a pochi eletti individui disposti a fornirgli solo un certo tipo di cibo. Un acquariofilo neofita o che comunque ha meno tempo da poter dedicare alla sua alimentazione, troverà sicuramente più interessante allevare altre specie di pesci marini tropicali.

Pesci angelo
Come regola generale, questi pesci marini tropicali devono essere allevati solo in acquari che sono stati avviati per 9 e meglio ancora, 12 mesi, dove hanno un sacco di microalghe da pascolare. La maggior parte delle specie di pesci angelo possono raggiungere grandi dimensioni da adulti e richiedono grandi vasche. Sono anche suscettibili a una serie di malattie e sono solo consigliati per acquariofili con una certa esperienza. I pesci angelo non sono pesci marini tropicali adatti per tutti gli acquariofili se non hanno una vasca dedicata per loro.

Cavallucci marini
I cavallucci marini possono essere allevati in un acquario se si fornisce l’ambiente adatto. Tuttavia, è necessario fare un sacco di ricerche per comprendere realmente le loro esigenze prima di acquistare uno. Se si pensa che si possano solo inserire in un acquario di acqua salata e guardarlo perché sembra pulito, si sbaglia, purtroppo.

Anemoni
Gli Anemoni richiedono una forte illuminazione e condizioni dell’acqua eccellenti. Anche molti appassionati esperti si allontanano da loro a causa della conoscenza del rapporto simbiotico che condividono con i pesci nell’oceano.

Conclusione sulle specie di pesci marini tropicali che non si dovrebbero allevare in acquario

Può essere difficile ignorare quei bei esemplari che vedete in negozio, ma è importante farlo per diversi motivi. Se vuoi, puoi contattarci per chiederci informazioni e consigli sui pesci marini tropicali più idonei da allevare nel tuo acquario utilizzando il nostro modulo dei contatti. Puoi venirci a trovare in negozio per vedere di persona le nostre specie di pesci marini tropicali e ti consigliamo di visitare il nostro shop sopratutto in questo caso, nella categoria appartenete all’alimentazione dei tuoi pesci marini.

  • ammin - 10 febbraio 2016