featured image

Come modificare il pH in acqua salata

By ammin in Acquario Marino on 7 marzo 2016 - No Comments

Il livello di pH in un acquario di acqua salata è incredibilmente importante per la salute e la vitalità della vostra vasca. Se il pH scende troppo o ha alti picchi, i pesci potrebbero diventare stressati, ammalarsi e possono anche morire.

Cos’è il pH?

Se sei un neofita o un esperto acquariofilo, probabilmente avrai sentito circa l’importanza del pH in un acquario di acqua salata. Il mantenimento di un livello di pH stabile è essenziale per mantenere il vostro pesce sano ed è qualcosa che si dovrebbe tenere d’occhio attraverso test dell’acqua come una routine. Nel caso in cui il pH della vasca non cambia, si dovrebbe avere una conoscenza di base di come modificare il pH in acquario in modo da poter porre rimedio alla situazione prima che l’acqua possa essere influenzata negativamente dal cambiamento.

Il pH è semplicemente una misura di quanto acida o alcalina sia l’acqua. Il PH è tipicamente misurata su una scala da 0 a 14, con 7,0 se è un pH neutro. Tutti i livelli di pH inferiori al neutro sono descritti come acide mentre i livelli superiori a 7.0 sono alcalini. Un acquario di acqua salata deve essere generalmente mantenuto ad un pH compreso tra 7,6 e 8,4, ma il pH specifico raccomandato per il vostro acquario marino può dipendere dalle specie che hai in vasca.

pH - Clicca sull'immagine per ingrandire
pH – Clicca sull’immagine per ingrandire

Se si ha un acquario marino di barriera, il livello di pH consigliato potrebbe in realtà essere più elevato; tra 8.0 e 8.4. L’intervallo di pH ideale per il vostro acquario dipende dalle specie di pesci, coralli e invertebrati che avete nella vasca, quindi, è indispensabile fare alcune ricerche di base sui vostri abitanti in acquario, al fine di determinare il migliore pH.

Le cause delle variazioni del pH

Nel tempo, l’acquario di acqua salata tenderà ad un minore pH. Gli acidi possono derivare dalla produzione di anidride carbonica in eccesso o potrebbe essere causa di una mancanza di scambio di gas sufficiente all’interno della vasca. Altre cause di pH basso possono includere l’accumulo di acido nitrico e la produzione di acidi organici di prodotti di scarto del metabolismo. L’acqua di mare naturale contiene una varietà di sostanze chimiche come il bicarbonato, il calcio, il borato e l’idrossido che agiscono per la protezione contro le variazioni di pH. In acquario di acqua salata, queste sostanze chimiche ci devono essere per avere un pH stabile.

Come modificare il pH

Il metodo migliore per garantire la stabilità del pH è quello di fare cambi d’acqua. Questi cambi d’acqua potranno aggiornare i tamponi naturali nel vostro acquario e contribuiranno a ripristinare i minerali. La rimozione dei rifiuti accumulati e del cibo dei pesci non consumato aiuterà a mantenere il pH nel vostro acquario stabile. Nel caso in cui il pH in acquario scende improvvisamente, ci sono diversi modi per porre rimedio alla situazione. L’aggiunta di bicarbonato di sodio al ritmo di un cucchiaino per venti litri è un modo semplice per aumentare il pH in acquario, ma è meglio farlo lentamente in modo che alla vasca si dia il tempo di adattarsi al nuovo pH.

Se il pH in acquario diventa troppo elevato, si può provare ad aggiungere anidride carbonica. Si può anche essere in grado di trovare aiuti commerciali per alzare o abbassare il pH acquario, ma si deve fare attenzione quando si utilizzano questi prodotti, perché non si sa mai come l’aggiunta di sostanze chimiche influenzerà la vostra vasca. Probabilmente già sapete i pericoli connessi agli alti livelli di ammoniaca in acquario e forse sapete che esiste una relazione tra i livelli di ammoniaca e il pH.

Triton LAB - Analisi professionali dell'acqua
Triton LAB – Analisi professionali dell’acqua

Per il bene dei vostri pesci, mantenete il livello del pH nel vostro acquario il più stabile possibile per evitare l’avvelenamento da ammoniaca. Per assicurarsi che l’acquario di acqua salata funzioni correttamente, è consigliabile eseguire un test dell’acqua su base settimanale. Testate l’acqua attraverso l’uso di un kit per l’acqua dell’acquario. Quando si testa l’acqua, controllate il pH e quindi registrate i risultati in un diario. Mantenendo un diario dei risultati dei test si sarà in grado di determinare i normali livelli di pH per il vostro acquario. Il trucco per mantenere i vostri pesci marini sani è quello di mantenere un ambiente sano in vasca. Il livello di pH e gli altri aspetti della chimica dell’acqua sono alcuni dei fattori più importanti nel mantenimento di un ambiente sano in acquario per cui è essenziale capire le basi di un pH e come modificarlo.

Nel caso in cui il pH in vasca cambia improvvisamente, si deve essere in grado di intervenire per porre rimedio alla situazione prima che abbia un impatto negativo sui vostri pesci.

Visita il nostro shop nella categoria dei test e dei misuratori per l’acqua dell’acquario: Test e misuratori dell’acqua.

  • ammin - 7 marzo 2016