Cosa non fare in un acquario marino

By ammin in Acquario Marino on 17 febbraio 2016 - No Comments

Scopri cosa non fare quando si inizia ad allevare pesci d’acqua salata in un acquario marino di barriera.

Cosa non fare in un acquario marino

Quando si inizia un qualsiasi nuovo hobby, soprattutto se riguardano le creature che respirano che sono coinvolte, è particolarmente importante fare una ricerca per sapere che cosa evitare di fare. Questo articolo elenca le cose non si devono fare per essere un appassionato di acqua salata di successo.

Non sovralimentare:
DSCF1850Questo è probabilmente il numero uno dei problemi in acquario marino che ci si può presentare. Le persone tendono a guardare i loro acquari abitualmente e i pesci sembrano che abbiano sempre tanta fame. I pesci in natura mangiano poco per tutta la giornata e si dovrebbe cercare di imitare queste abitudini nel miglior modo possibile. 2-3 piccoli pasti al giorno è ottimale e ricordate che i loro stomaci sono circa delle dimensioni dei loro occhi (per la maggior parte delle specie di pesci tipicamente tenuti in acquari marini). Molti hobbisti li alimentano anche solo più volte alla settimana e una settimana per lasciare i loro sistemi digestivi a “ripulirsi” con un po ‘di digiuno. Troppa alimentazione porta a numerosi problemi, tra cui una salute carente e ad una cattiva qualità dell’acqua.

Non comprare nulla senza informarti prima:
Per tutti gli appassionati di questo hobby, il fatto di trovarsi in un negozio di acquariofilia ed essere presi dalla tentazione di acquistare un corallo, un pesce o un invertebrato può essere troppo forte. Informatevi prima sulle compatibilità, sulle abitudini e sull’alimentazione dei vostri animali prima di acquistarli.

Non abbiate fretta:
L’avvio di una nuova vasca di acqua salata richiede un sacco di pazienza. Può essere estremamente difficile aspettare per l’acquisto di un pesce che avete tenuto d’occhio o un corallo che avete visto, ma è essenziale avere pazienza. Bisogna lasciare che il ciclo dell’azoto faccia il suo corso e lasciate che il vostro acquario diventi maturo prima di iniziare a porre il pesce o gli invertebrati nel vostro acquario.

Può essere difficile guardare un acquario con rocce vive vuoto per settimane e poi aspettare ancora più a lungo, ma è necessario farlo per avere successo. Non bisogna mai entrare in questo hobby se non si può essere pazienti o essere in grado di controllare il vostro desiderio di introdurre abitanti nel vostro acquario per un capriccio. La pazienza è la chiave, soprattutto prima di far maturare un acquario.

Non comprare un idrometro a buon mercato:
E ‘importante misurare con precisione il peso specifico dell’acqua del vostro acquario e l’acqua che si mette nella vasca durante i cambi d’acqua. Ci sono molti densimetri economici disponibili sul mercato, ma questi sono in genere molto imprecisi. Con un tale parametro dell’acqua importante, bisogna garantirsi che si stia misurando con precisione questo parametro. Spendere i soldi in più per investire in un idrometro di qualità come ad esempio un rifrattometro.

Non spruzzare gas nell’acquario:
Non bisogna mai esplodere spruzzare disinfettanti o altri spray intorno alla vasca se non prima di prendere precauzioni per garantire che i prodotti chimici non raggiungano l’acqua. Ricordate sempre che le sostanze chimiche che usiamo quotidianamente sono estremamente pericolose per il vostro acquario di acqua salata e di essere molto attenti ogni volta che li si usa.

Non acquistare coralli senza conoscere la loro illuminazione e i requisiti di alimentazione:
Molte persone acquistano coralli senza nemmeno sapere ciò che mangiano. Questi coralli muoiono di fame lentamente e il proprietario rimane confuso. Inoltre, un corallo non dovrebbe bruciare posto direttamente sotto un ioduro metallico. I coralli hanno esigenze di alimentazione e di illuminazione specifici quindi per favore assicuratevi che gli stessi siano soddisfatti prima di acquistarli.

Non modificare i parametri dell’acqua drasticamente:
Molte persone cercano di raggiungere valori specifici per i loro parametri dell’acqua. Mentre è importante avere i parametri in un intervallo specifico, è più importante che i valori rimangano alquanto costanti anziché cercare un valore specifico. Ad esempio, i pesci non dovrebbero avere 10 sbalzi di temperatura su base giornaliera. Lo stesso vale per il pH e gli altri parametri. Non regolare nulla in un solo colpo o in più volte.

Per qualsiasi consiglio su quale pesce o invertebrato comprare per il vostro acquario, chiedici consigli utilizzando il nostro modulo dei contatti. Se vuoi farti un’idea sugli accessori per il tuo acquario marino, visita il nostro shop.

  • ammin - 17 febbraio 2016