Coralli per acquari marini di barriera

By ammin in Acquario Marino on 13 aprile 2016 - No Comments

Coralli per acquari marini di barriera: Allestire un acquario di barriera con coralli marini può essere una sfida, perché ci sono tanti tipi differenti di corallo tra cui scegliere.

31Quando si tratta di allestire un acquario marino di barriera, i tipi di coralli marini che si sceglie da inserire nel vostro acquario avranno un impatto diretto sul vostro successo. Se siete nuovi in questo hobby, si consiglia di iniziare con alcune piccole specie resistenti di corallo e di arrivare con il tempo alle più specie “avanzate”. A meno che non si fa una piccola ricerca in anticipo, tuttavia, non si può sapere quali tipi di coralli sono considerati specie da “principiante”. In questo articolo vedremo una panoramica generale dei diversi tipi di coralli utilizzati in acquari marini di barriera.

Come si suddividono i coralli marini?

I coralli marini possono essere suddivisi in due categorie principali: coralli duri e coralli molli.

I Coralli duri

I coralli duri sono fatti di carbonato di calcio rigido, o di calcare, e spesso assomigliano a rocce. Questi coralli sviluppano uno scheletro interno che cresce come appena il corallo matura e rimane sul posto anche dopo che il corallo muore. Con ogni nuova generazione di polipi, i coralli duri crescono sempre più grandi. I coralli duri non si muovono e hanno anche un tasso di crescita molto lenta. Anche loro non tendono ad essere colorati come i coralli molli. I coralli duri derivano dalla gran parte del loro colore tra i vari tipi di alghe che crescono sulla loro superficie.

I coralli molli

I coralli molli sono composti da carbonato di calcio rigido come i coralli duri, ma è combinato con proteine in modo che siano meno rigidi. Questo tipo di corallo non ha un esoscheletro, quindi possono essere in grado di muoversi. I coralli molli spesso sembrano ondeggiare in una brezza perché sono influenzati dal flusso dell’acqua dell’acquario. Molte specie di coralli molli sono tolleranti alle condizioni dell’acqua variabili e sono più facili da curare rispetto a molte specie di coralli duri.

Tipi di Corallo duro

IMGP0408I coralli marini crescono in colonie compatte costituite da singoli “polipi”. Gli animali senza spina dorsale sono in genere di soli pochi millimetri di larghezza e di un paio di centimetri di lunghezza. I coralli duri, spesso mostrano una ramificazione o una struttura placcata e sono generalmente più difficili da allevare in confronto ai coralli molli. Ci sono due tipi di corallo duro; A grande polipo (LPS) e piccolo polipo (SPS). Gli LPS hanno scheletri più piccoli con i tessuti voluminosi che crescono sulla parte superiore.

Gli SPS hanno densi scheletri pesanti costituiti da una miriade di minuscoli polipi che formano una sorta di “pelle”. Questo tipo di corallo si è adattato ai forti flussi d’acqua, ma richiede una grande quantità di luce solare per prosperare. I coralli duri sono conosciuti con il nome scientifico “Scleractinie” e ne esistono tantissime specie diverse.

plerogyra

I coralli a bolle sono facili da identificare perché i suoi polipi formano delle bolle gonfiate. Questo tipo di corallo è facile da allevare in acquario ma è una specie molto aggressiva.

I polipi carnosi sono molto fragili, possono essere facilmente perforati. Il corallo a bolle è disponibile in una varietà di colori e richiede solo da un basso ad un moderato flusso dell’acqua e un illuminazione moderata.

Tipi di Corallo molle

Questo gruppo di coralli appartiene all’ordine Alcyonacea che comprende diversi sottordini e famiglie. A differenza dei coralli duri, i coralli molli hanno scheletri carnosi che possono presentare vari tipi di movimento. I corpi dei coralli molli sono costituiti da scleriti spinosi che forniscono la struttura per il corallo. Questi coralli sono più flessibili in termini di posizionamento nell’acquario marino di barriera e possono adattarsi a condizioni di scarsa illuminazione fino a quando ricevono una nutrizione adeguata. I coralli molli sono disponibili in una vasta gamma di forme e colori e sono anche in grado di espandersi e di ritrarsi.

Alcuni dei più popolari tipi di coralli molli per acquario marino sono coralli a tubo e i coralli ad “albero”. I coralli ad albero hanno steli sottili rispetto ad altri coralli e non hanno alcun polipo sul gambo. Producono rami sottili e ramoscelli che formano polipi. I tipi di coralli che si sceglie per il vostro acquario marino di barriera possono dipendere dalle dimensioni della vostra vasca così come la vostra esperienza in questo hobby. Se sei un nuovo acquariofilo, si può prendere in considerazione di partire con alcuni piccoli coralli molli perché sono più indulgenti alle variazioni delle condizioni di acqua.

Tuttavia, alcune piccole specie di coralli duri sono spesso raccomandati perché hanno un tasso di crescita lento e non sono troppo grandi per lo spazio limitato di un nanoreef. Prima di inserire nel vostro acquario marino di barriera i coralli, prendetevi il tempo necessario per una ricerca su alcune specie diverse di coralli per assicurarsi di selezionare il tipo giusto di corallo che fa per voi. Le diverse specie di coralli hanno esigenze diverse in termini di illuminazione e di movimento dell’acqua.

Natura Amica è il negozio più fornito a Roma di coralli marini, per cui una visita nel nostro punto vendita e d’obbligo!

  • ammin - 13 aprile 2016