featured image

Come evitare il surriscaldamento dell’acquario marino

By ammin in Acquario Marino on 13 febbraio 2016 - No Comments

Come evitare il surriscaldamento: Uno degli aspetti fondamentali di un acquario marino di successo è un ambiente stabile che comprende una costante temperatura dell’acqua.

Evitare il surriscaldamento in acquario

Molti allevatori di pesci già conoscono l’importanza di mantenere l’acquario marino abbastanza caldo. Tuttavia, mantenendo il vostro acquario con acqua abbastanza fresca nella stagione calda e prevenire sbalzi di temperatura è altrettanto essenziale. In questo articolo potrete imparare le basi su come prevenire il surriscaldamento del vostro acquario di acqua salata.

Perché La temperatura è importante
Come evitare il surriscaldamento dell'acquario marinoQuando si tratta di allestimento di un acquario marino di acqua salata, si potrebbe pensare che l’elemento più importante è il livello di salinità. Pur mantenendo la salinità nella vasca costante che è essenziale, ma non è l’unica cosa di cui devi preoccuparti. Bisogna anche pensare a mantenere la temperatura nella vasca costante dalle fluttuazioni di temperature perché lo stress porta alla morte di molti animali marini. Per gli acquari marini, una temperatura compresa tra 24-27 gradi sarebbe l’ideale. Vasche di barriera vanno meglio con temperature leggermente più fresche a 34 o 27 gradi al massimo. Ciò significa che la vasca ha bisogno di rimanere ad una temperatura costante tra queste gamme. Fluttuazioni di temperatura sono molto stressanti per l’acquario.

Questa è una cosa da tenere a mente durante i caldi mesi estivi che coinvolgono sbalzi di temperatura tra i giorni più caldi e le notti fredde per non parlare delle variazioni di temperatura che possono derivare dagli alogenuri metallici durante il giorno e si spengono durante la notte. I pesci sono sensibili alle variazioni di temperature, come il corallo, gamberetti, granchi e le stelle marine che sono molto più sensibili ai cambiamenti nell’ambiente. In generale, la temperatura dell’acqua deve fluttuare a non più di due gradi in un periodo di 24 ore. Se queste specie è sottoposta a temperature molto alte o grandi oscillazioni di temperature su base ripetuta, nel caso dei coralli, tenderanno a morire.

La temperatura dell’acqua della vasca può anche influenzare i livelli di ossigeno disciolto, la temperatura dell’acqua aumenta, la quantità di ossigeno disciolto diminuisce. Questa concentrazione è influenzata anche dal numero di pesci, coralli, e dal carico organico che si ha in vasca. Maggiore è il carico organico, e più rapidamente l’ossigeno nell’acqua diventerà impoverito. Più grande è la vasca, meno le temperature dell’acqua oscilleranno. Questo perché ci vuole più tempo per raffreddare e riscaldare grandi quantità di acqua. Mentre la temperatura dell’acqua può cambiare molto rapidamente in un piccolo acquario.

Dovete anche tenere a mente che diverse aree del vostro acquario possono avere temperature diverse, a seconda del tipo di sistema di riscaldamento utilizzato e in cui il riscaldatore è collocato.

Come posso raffreddare il mio acquario?
Ci sono diverse cose che potete fare per ridurre la temperatura del vostro acquario e tenerle abbastanza costanti:

  • Se si dispone di un condizionatore d’aria, andrà a mantenere la temperatura all’ambiente intorno alla vasca in modo costante e fresco. Se non si dispone di un condizionatore d’aria, si consiglia di pensare di investire in una unità per la stanza dove la vasca è alloggiata. Se state cercando un rivenditore di condizionati o elettrodomestici, potrebbe esserti utile questo sito per trovare numeri di telefono.
  • Assicurarsi che nessuna luce diretta del sole entri dalle finestre e che splendano sulla vostra vasca. Anche chiudendo le persiane in modo che il sole pomeridiano non riscalda la stanza e l’acquario, il contribuirà a raffreddare la stanza di qualche grado. Evitate la luce solare diretta che ridurrà il rischio di alghe.
  • Se è possibile, ridurre la quantità di tempo delle luci durante il giorno. Questo è particolarmente vero se si utilizzano luci a ioduri metallici, in quanto diventano tremendamente caldi quando sono accesi. Questo metodo non aiuterà le variazioni di temperatura, ma aiuterà se l’acqua sta diventando troppo calda.
  • Le ventole sono utili a ridurre la temperatura, quando sono immesse all’interno della vasca. È possibile scegliere di acquistare delle ventole in commercio su misura per il vostro acquario prendendole da un vecchio computer.
  • Il modo più sicuro per non surriscaldare il vostro acquario è quello di prevenire le fluttuazioni acquistando un refrigeratore. Queste macchine lavorano per raffreddare l’acqua stessa e sono le migliori per mantenere costante la temperatura dell’acqua. I refrigeratori sono disponibili in due forme: drop-in e in-line. I refrigeratori drop-in hanno bobine che raffreddano l’acqua. In-line sono refrigeratori che dipendono dall’acqua, raffreddandola, poi la rimandano in vasca.
Refrigeratore Teco
Refrigeratore Teco

Conclusione su come evitare il surriscaldamento dell’acquario marino

Possedere un acquario marino è al tempo stesso una gioia e una sfida. Non vi è nulla di così soddisfacente come avere un ambiente oceanico in miniatura fiorente nella vostra casa, ma ci vuole un po ‘di lavoro per mantenerlo sano. Mantenere il proprio acquario ad una temperatura costante è la cosa migliore per la vostra vasca. Se la temperatura oscilla troppo, potrebbe causare danni agli abitanti del vostro acquario. Controllando la temperatura spesso e attuare le tecniche di cui sopra, è possibile per garantire che l’acquario non soffra di stress termico e quindi a dei decessi.

Visita il nostro shop per visionare i nostri sistemi di refrigerazione per acquario.

  • ammin - 13 febbraio 2016