Allestire un acquario marino di barriera

By ammin in Acquario Marino on 11 aprile 2016 - No Comments

Se avete mai pensato di iniziare ad allestire un acquario marino di barriera, leggete questa guida per allestire la vostra prima vasca.

Allestire un acquario marino di barriera

Come allestire un acquario marino

Avete mai sognato di creare un bellissimo ambiente come una piccola barriera corallina nel vostro acquario? Grazie ai progressi della tecnologia moderna, è possibile allestire un acquario marino di barriera in casa, ora, più facile che mai. Non solo è possibile godere della compagnia dei pesci di mare colorati, ma si può anche sperimentare la sfida e la ricompensa di allestire un acquario marino di barriera fiorente. Pur sapendo che un acquario marino di barriera non è così facile come un acquario di d’acqua dolce.

Non è un compito impossibile da realizzare. Se avete l’attrezzatura giusta e la conoscenza, si può raggiungere il successo. Se state pensando di iniziare la propria avventura con un acquario marino di barriera, prendetevi il tempo necessario per familiarizzare con il processo di allestimento di questo genere di vasca informandovi al meglio per poterlo fare correttamente, iniziate da qui:

Accessori necessari per allestire un acquario marino di barriera

Schiumatoio della Tunze
Schiumatoio della Tunze

Il primo elemento è necessario per allestire un acquario marino di barriera è, naturalmente, la vasca. Quando si tratta di scegliere la vasca per un ambiente come la ricreazione di una barriera corallina è necessario considerare prima gli abitanti. Al fine di fornire un abbondanza di spazio per riempire la vasca con rocce vive e coralli, è necessario selezionare una vasca abbastanza grande di almeno 40 litri di capacità. Vasche più grandi sono più indulgenti quando si tratta di mantenere la qualità dell’acqua, inoltre, vi darà anche un po ‘più di spazio di manovra per lavorarci dentro. A parte la vasca stessa, sarà necessario procurarsi alcuni importanti accessori per il proprio acquario che saranno indispensabili.

Al fine di facilitare il flusso dell’acqua nella vasca, e per mantenere la qualità dell’acqua alta, è necessario investire in un sistema di filtri di alta qualità. Ci sono una vasta gamma di opzioni tra cui scegliere quando si tratta di filtrazione per acquario. Per mantenere la temperatura della vasca stabile, è necessario un riscaldatore per acquario e, per rimuovere i solidi proteici dalla superficie della vasca, sarà necessario anche uno schiumatoio.

Un altro accessorio importante per mantenere con successo il vostro acquario marino di barriera è un sistema di illuminazione. Le alghe e i coralli sono organismi fotosintetici che richiedono la luce per prosperare, quindi è incredibilmente importante dotare il vostro acquario con un sistema di illuminazione ad alta potenza.

Primi passi per l’allestimento dell’acquario marino

Se avete avuto un acquario, sia d’acqua dolce o salata, allora si dovrebbe avere già familiarità con la procedura di base per l’allestimento di un acquario. L’allestimento di un acquario marino di barriera non è significativamente diverso da quello di una qualsiasi altra vasca di acqua salata, ma bisogna prestare attenzione alla tempistica. Si dovrebbe sempre iniziare con la pulizia della vasca per rimuovere la polvere o i detriti che potrebbero influenzare la qualità dell’acqua. Una volta che la vasca è pulita, aggiungete la sabbia e riempite con acqua salata preparata.

Per preparare la vostra acqua salata, è sufficiente seguire le istruzioni riportate sulla confezione. Oppure, seguite questo articolo dedicato sulla preparazione dell’acqua salata in acquario marino. Successivamente, sciacquate le rocce vive per rimuovere eventuali residui indesiderati o invertebrati che potrebbero aver chiesto un passaggio nelle rocce vive ritrovandoveli in vasca. Una volta che avete questi elementi di base, installate l’acquario e le attrezzature e lasciate che la vasca funzioni per 3 o 4 settimane per far maturare l’acqua. E ‘importante effettuare cambi d’acqua settimanali del 50% del volume della vasca e di lasciare le luci spente nel vostro acquario per evitare la crescita delle alghe.

31Dopo tre o quattro settimane, testate l’acqua nella vasca utilizzando un test dell’acqua dell’acquario. Se i livelli di ammoniaca e dei nitriti sono pari a zero, il vostro acquario è pronto e sarà possibile aggiungere i primi abitanti alla vostra vasca. Inizia con un paio di lumache e granchi, in seguito, 12 ore di l’illuminazione acquario tenendo le luci accese per 12 ore durante il giorno e spente per 12 ore di notte. Dopo due settimane si dovrebbe eseguire un cambio d’acqua del 25% e quindi introdurre i primi coralli. Iniziate con alcuni coralli di base e fateli acclimatare per 2 settimane prima di introdurre i coralli più sensibili. Date a questi nuovi coralli altre due settimane per acclimatarsi prima di finire il vostro acquario con l’aggiunta di pesci e invertebrati.

Dopo aver introdotto tutti gli abitanti alla vostra vasca, si dovrebbe continuare a svolgere cambi d’acqua del 25% almeno una volta al mese e si dovrebbe tenere d’occhio le vostre attrezzature per assicurarsi che funzionino correttamente. Se ci si prende il tempo necessario per impostare correttamente il vostro acquario marino di barriera per la prima volta, per la manutenzione futura non ci dovrebbe essere nessun problema.

Per l’allestimento del tuo acquario marino di barriera, visita il nostro shop per visionare tutte le nostre offerte sugli accessori per acquario marino:
Visita il nostro shop

  • ammin - 11 aprile 2016