featured image

Aiptasia: Come liberarsene in acquario marino

By ammin in Invertebrati-Detritivori on 20 gennaio 2016 - No Comments

Le Aiptasia: Ogni acquariofilo marino ha a che fare con i parassiti e i problemi della vasca. Per acquari di acqua dolce, i problemi principali sono le lumache e le alghe. Per acquari marini, i maggiori problemi sono gli “autostoppisti” che possono arrivare in acquario tra le rocce vive o altre decorazioni.

Quali sono le Aiptasia?

Come è stato detto, l’Aiptasia o anemone sono conosciuti anche con il nome di anemone di vetro. Se si ha familiarità con le vasche di barriera e gli abitanti del reef, è possibile riconoscere il termine “anemone” dal tipo di organismo che ospita spesso i pesci pagliaccio. Allora, perché l’Aiptasia è considerata un parassita? In realtà ci sono due risposte a questa domanda. In primo luogo, l’Aiptasia possiede cellule urticanti e la tossina rilasciata da queste cellule urticanti è più potente rispetto a molti coralli in commercio.

Nella maggior parte dei casi, non è possibile vedere questi autostoppisti e non ci rendiamo nemmeno conto che sono finiti in vasca fino al momento in cui non diventano un problema. Purtroppo, alcuni di questi autostoppisti possono essere dannosi. Un esempio è la Aiptasia Anemone (noto anche come Anemone di vetro). Se avete tenuto un acquario di barriera per un certo periodo di tempo e avete comprato un sacco di rocce o coralli, vi sarete sicuramente ritrovati queste creature ad un certo punto.

Pertanto, se altri coralli in vasca si avvicinano troppo ad una Aiptasia, inizieranno a retrocedere e a diventare stressati. Se non si spostano abbastanza lontani dall’Aiptasia, muoiono. La seconda ragione per il quale l’Aiptasia è considerata un parassita è perché si riproduce molto rapidamente, sono resistenti e invasive nel vostro acquario. Anche se potrebbe sembrare bello avere una vasca piena di anemoni, l’Aiptasia è in realtà piuttosto inquietante (praticamente sono una cattiva notizia). Lasciano piccoli frammenti di tessuto alle loro spalle quando si spostano.

Questi piccoli frammenti di tessuto si trasformano in modelli in scala che lo rendono incredibilmente difficili da rimuoverli in vasca.

 

Aiptasia - Anemone di vetro
Aiptasia – Anemone di vetro

 

Strategie di rimozione Aiptasia

Il fatto che le Aiptasia lasciano dei frammenti di tessuto mentre si muovono, ci porta al nostro primo punto di doversi sbarazzare dell’Aiptasia; non provare a raschiare o schiacciare una Aiptasia per ucciderla. Finiresti per fare un mucchio di frammenti di Aiptasia che poi si trasformeranno in altri anemoni peggiorando la situazione. In altre parole, accelereresti la loro propagazione. Se non è possibile rimuoverle fisicamente, la soluzione può essere più facile di quanto si pensi: gamberetti.

L’unico modo migliore per rimuovere rapidamente l’Aiptasia dal vostro acquario è di andare dal vostro negoziante di fiducia locale e di comprare un gambero mangia-Aiptasia. Questi piccoli gamberi hanno un appetito enorme per le Aiptasia e sono considerati nei reef sicuri se si acquista la specie giusta. In realtà ci sono diverse specie vendute sotto il nome di “mangia-Aiptasia” nei negozi di pesci locali. Specie sbagliate di gamberi possono danneggiare i vostri coralli, quindi è importante sapere che hai comprato la specie giusta.

Altre strategie naturali contro l’Aiptasia
Ci sono altre strategie naturali (non chimici), che è possibile utilizzare per controllare le Aiptasia oltre ad un gambero. Ad esempio, il pesce farfalla che è un predatore comune di Aiptasia (anche se sembra che ci sia un bel scostamento da individuo a individuo, in termini di loro appetito per questi anemoni). Il pesce farfalla è utilizzato da alcune persone, ma numerose specie di questi pesci sgranocchiano i coralli. Pertanto, non è consigliabile utilizzarlo in un acquario marino di barriera.

Il Nudibranco (in particolare il Berghia verrucicornis) mangiano l’Aiptasia, ma ci sono diversi problemi con questo predatore. Prima di tutto, può essere difficile trovare un esemplare che è abbastanza grande per un tipico acquario marino di barriera. In secondo luogo, mangia solo Aiptasia, quindi, una volta che questa fonte di cibo è andata, moriranno di fame.

Strategie chimiche

Come regola generale, non è una buona idea utilizzare prodotti chimici nel vostro acquario marino se si può evitare. La sostanza chimica potrebbe risolvere il problema ma la si utilizza solo per il trattamento, non è possibile prevedere gli altri effetti che potrebbe avere sul vostro acquario. Come ultima risorsa, tuttavia, si possono trovare metodi chimici di controllo dell’Aiptasia. Di solito si inietta la sostanza chimica nell’anemone e muore. Il problema principale con l’iniezione nell’Aiptasia è che questi anemoni sono molto bravi a eludere i vostri tentativi.

Sono abbastanza veloci e rapidamente potrebbero ritirarsi quando sentono il pericolo. Pertanto, può essere difficile effettivamente iniettarglielo.

Conclusione sull’Aiptasia

L’Aiptasia è un infestazione ed è un problema comune in acquario di acqua salata. Le Aiptasia sono anemoni resistenti e possono essere difficili da eliminare se non si sa cosa si sta facendo, la buona notizia è che spesso un predatore naturale come un gambero funzionerà. Metodi di controllo chimici possono essere utilizzati, ma solo come ultima risorsa.

  • ammin - 20 gennaio 2016