Acquari marini vs acquari di acqua dolce

By ammin in Acquario Marino on 26 gennaio 2016 - No Comments

Quando si tratta di avere un acquario marino o un acquario di acqua dolce in casa, prima decisione può essere combattuta. Probabilmente avete sentito alcuni argomenti piuttosto convincenti per entrambe le parti (ognuno ha la propria preferenza, dopo tutto), quindi potrebbe essere difficile fare la scelta.

La scelta tra acquari marini e acquari di acqua dolce

acquario marinoIn questo forniamo informazioni obiettive su entrambe le opzioni in modo da poter fare la vostra scelta da soli. Prima di iniziare, c’è un equivoco che deve essere affrontato; gli acquari di acqua dolce sono la scelta migliore per i principianti e gli acquari marini sono solo per appassionati acquariofili esperti. Mentre può essere vero che gli appassionati di acquari esperti faranno meno fatica con un acquario marino, che non vuol dire che un principiante deve assolutamente iniziare con un acquario di acqua dolce. In realtà, ci sono alcuni acquari di dolce che possono essere altrettanto impegnativi da mantenere come un acquario marino.

Diversi tipi di Acquari

Mentre stiamo generalmente affrontando i tipi di acquari si può scegliere in due grandi categorie; acqua dolce o salata. In realtà ci sono diverse sottocategorie all’interno di ciascuna di queste opzioni. Queste categorie hanno un enorme impatto sugli aspetti della vostra vasca, come i costi e la manutenzione.

Acquari per acqua dolce, alcune delle sottocategorie includono:

  • Vasche piantumate
  • Acquario biotopo
  • Acquari per Ciclidi (Africani o dal resto del mondo)
  • Acquari salmastri
  • Acquari per predatori

Per acquari marini, le tre sottocategorie principali sono:

  • Acquario marino solo pesci
  • Acquario marino con rocce vive
  • Acquario marino di barriera

Queste sottocategorie possono influenzare il livello di difficoltà e di manutenzione della vasca e le considerazioni che si dovrà fare prima di scegliere.

Costi
20130815_110134Quando si confrontano gli acquari marini e gli acquari di acqua dolce, il costo è quello che molte persone ritengono di essere la principale differenza. C’è una percezione comune che gli acquari marini costano molto di più di quelli d’acqua dolce. Ad essere onesti, questo è generalmente il caso. I pesci di mare tendono ad essere più costosi e questi acquari tendono a richiedere apparecchiature aggiuntive. Se si sceglie di includere dei coralli, possono anche aggiungere in modo significativo un costo aggiuntivo all’acquario marino. Tutte queste cose devono essere considerate se si vuole scegliere un acquario marino. Si potrebbero fare dei progetti fai da te per la maggior parte del materiale supplementare richiesto per un acquario marino.

Acquari di acqua dolce per ciclidi africani possono richiedere grandi quantità di rocce che possono essere equivalenti a rocce vive in una configurazione di acquario di acqua salata. Gli acquari marini richiedono un po ‘di lavoro in più durante i cambi d’acqua, per lo più legato al fatto che si deve mescolare l’acqua salata in anticipo. Questo può richiedere molto tempo e il sale tende a dissolversi lentamente e richiede di acquistare un idrometro per verificare il livello di salinità. Ci sono modi per rendere questo processo più facile. Una possibilità è quella di mantenere l’acqua salata mescolandola continuamente in un grande secchio.

Utilizzando questo metodo, avrete sempre acqua fresca a disposizione per i cambi d’acqua. Un’altra opzione è quella di acquistare l’acqua salata pre-miscelata da un negozio di animali, ma questa opzione è molto più costosa. Con acquari di acqua dolce, naturalmente, non c’è bisogno di mescolare l’acqua salata. Tuttavia, è necessario trattare l’acqua del rubinetto con un depuratore d’acqua per rimuovere le sostanze chimiche tossiche che potrebbero mettere in pericolo il vostro pesce.

L’illuminazione
illuminazione LEDL’illuminazione in acquario marino può diventare molto costosa. Molti coralli richiedono un illuminazione ad alogenuri che non è solo costosa da comprare, ma è anche costosa da gestire. Tuttavia, si può stare lontani di coralli ad alta intensità. Ma ancor più costosa è l’illuminazione “standard” fluorescente presente in molti acquari d’acqua dolce. Si potrebbe anche scegliere un acquario di soli pesci, dove l’unico requisito di illuminazione è ciò che rende felice il vostro pesce. Va inoltre notato che i coralli in acquario marino richiedono generalmente un illuminazione attinica (per non parlare del fatto che questo tipo di illuminazione rende veramente).

L’illuminazione attinica non viene spesso utilizzata dai possessori di acquari di acqua dolce come le piante che non beneficiano di quella porzione dello spettro e può promuovere la crescita delle alghe. Non importa quale vasca si sceglie, la dimensione e la qualità del sistema di illuminazione si utilizza è a vostra scelta, in ultima analisi, si ha il controllo su quanto si spende. Semplicemente non c’è sostituto per un acquario marino di barriera in termini di colore. E ‘solo un dato di fatto che ci sia una maggiore varietà e una più ampia gamma di pesci e coralli dai colori vivaci nel mondo di acqua salata.

L’Attrezzatura per acquario marino e per acquario di acqua dolce
Esempi di apparecchiature che molte persone usano in tutto il mondo in un acquario marino che non sono necessari in un acquario di acqua dolce che comprendono:

  • Schiumatoio
  • Rifrattometro (misuratore di salinità)
  • Sale
  • Rocce vive
  • Kit per i test supplementari (esempi: alcalinità, calcio)
  • Sump

31Negli acquari marini, la vasca è in continua evoluzione. Quando metti rocce vive o sabbia dal nel vostro acquario marino, ci potremmo ritrovare in qualche intoppo. Molto raramente può succedere nel mondo d’acqua dolce (al di fuori di lumache provenienti da piante). Vedere gli abitanti nel vostro acquario che non sono stati acquistati intenzionalmente, è davvero interessante sedersi e guardare nel nostro acquario marino che cosa c’è di nuovo. Purtroppo, non tutti questi nuovi abitanti possono essere buoni, anzi, possono essere una vera piaga come ad esempio: Aiptasia, vermi, canocchie, etc..

Può essere difficile rimuovere alcuni di questi animali cattivi e può portare a stress aggiunto. Un vantaggio che gli acquari di acqua dolce hanno più degli acquari marini, tuttavia, è il fatto che i pesci d’acqua dolce sono solitamente più facili da allevare. Ciclidi e altre specie si riproducono e prolificano nella vasca di casa con poco o nessun incoraggiamento da parte degli acquariofili. Non solo si arriva a sperimentare la gioia di avere nuovi pesci in vasca, ma è anche bello guardare i comportamenti di corteggiamento e di accoppiamento.

I pesci di mare possono essere molto difficili da allevare e quindi non si può avere molte possibilità di avere queste esperienze. La maggior parte degli acquari marini (ma non tutti) sono più costosi di quelli d’acqua dolce, le vasche d’acqua dolce sono generalmente più facili da curare. Questo è particolarmente vero quando si confrontano acquari d’acqua dolce e acquari marini di barriera. Ci sono esempi di acquari di acqua dolce pesantemente piantati, ma in generale le variabili sono meno complesse in una configurazione d’acqua dolce. Ovviamente non c’è nulla nel mondo dell’acqua dolce come il corallo.

Conclusione acquario marino vs acquario di acqua dolce
Acquari di acqua dolce e acquari marini hanno i loro pro e i contro associati. Mentre gli acquari marini potrebbero fornire più varietà in termini di specie e colori, gli acquari d’acqua dolce offrono una maggiore possibilità di riproduzione in cattività e l’incorporazione di piante vive. Alla fine, è semplicemente una questione di preferenza. Che voi scegliate un acquario marino o un acquario di acqua dolce non ha importanza, l’importante è farsi consigliare da esperti del settore per non incappare in spiacevoli problemi di gestione.

  • ammin - 26 gennaio 2016