featured image

Acquario marino di barriera

By ammin in Acquario Marino on 28 febbraio 2016 - No Comments

Questo articolo fornisce un introduzione all’acquario marino di barriera e come rientrano nella categoria più ampia degli acquari marini.

Acquario marino di barriera

Introduzione all’acquario marino di barriera

Questa introduzione è una discussione sui vantaggi e gli svantaggi per mantenere un acquario marino di barriera. Nella sua forma più elementare, l’acquario marino di barriera è una vasca piena di invertebrati come i coralli, anemoni e altre creature. L’acquario marino di barriera ha perso piede tra gli appassionati di acquariofilia attorno al 1950 grazie ai progressi dei sistemi di filtrazione più di qualsiasi altra cosa.

670_0_3605325_387347.jpgQuesto, e il successo commerciale del trasporto aereo hanno contribuire a spostare i pesci del mare allo stato selvaggio al tuo negozio di fiducia locale. Ma in realtà, concentrandosi sulla barriera corallina in contrasto con il pesce marino di barriera, è una esplosione molto più recente il mondo dell’acquariofilia. L’avvento di Internet nel corso degli ultimi 10 anni ha davvero aiutato a diffondere le informazioni su questo hobby in tutto il mondo. Gli acquari marini di barriera hanno l’attenzione rivolta agli invertebrati che trovereste in natura su una scogliera. Questi acquari di solito non hanno molti pesci, i pesci saranno piccoli o in numero limitato. In sostanza, stai ricreando una barriera corallina.

Gli animali in un acquario marino di barriera

Oltre alle rocce vive e a un po ‘di pesci, la maggior parte di tutto ciò che si sta andando a trovare in un acquario marino di barriera è un invertebrato. Gli invertebrati sono fondamentalmente animali senza spina dorsale. Vediamo alcuni dei più popolari invertebrati che molto probabilmente troveremo in un acquario marino di barriera:

  • Coralli molle
  • Coralli duri
  • Anemoni
  • Ricci di mare
  • Stelle marine
  • Crostacei (granchi e gamberi)
  • Tubificidi
  • Molluschi (vongole, lumache, e polpi).

Chiunque abbia un acquario marino di barriera vi dirà che è ipnotizzante. Non si può distogliere lo sguardo da un acquario marino di barriera. E ‘come avere un po’ di mare in casa, proprio lì di fronte a voi.

Il lato positivo nel mantenere un acquario marino di barriera:

  • L’acquario marino di barriera è una bella sfida
  • La bellezza e l’unicità trovata in un acquario marino di barriera è senza pari
  • Mantenere un acquario marino di barriera contribuisce ad accrescere l’interesse e a proteggere i coralli

IMGP0195Con un acquario marino di barriera, si sta replicando un ecosistema. È necessario tenere conto non solo come i pesci interagiscono tra di loro, ma come pesci, i coralli e gli invertebrati interagiscono tra loro per contribuiscono a sostenere l’un l’altro un ambiente più sostenibile. Sarebbe utile imparare di più sulla biologia degli organismi e di come gli ecosistemi stessi si gestiscono. In termini di bellezza, un acquario marino di barriera è una stupenda esperienza. Le immersioni tra i reef vi permetteranno di apprezzare da vicino ciò che rende speciale un acquario marino di barriera.

La bellezza dei coralli, degli anemoni, e di altri invertebrati sono senza pari. Non c’è semplicemente niente di altro di simile. Il rapporto tra tutti i diversi animali in un acquario marino di barriera si raggiunge solo con l’esperienza. Infine, l’interesse che i proprietari degli acquari marini di barriera hanno nel loro hobby aiuta a proteggere l’ambiente allo stato selvatico. E ‘difficile apprezzare qualcosa quando non la si vede.

Tra gli hobbisti dell’acquario marino di barriera, troverete proprietari che ne fanno uno stile di vita, l’obiettivo di una vita, anche solo per poter proteggere i loro animali in vasca.

Il lato negativo nel mantenere un acquario marino di barriera:

La decisione di avviare un acquario marino di barriera non è per tutti. Ecco alcuni dei motivi principali che le persone trovano di negativo in questa tipologia di acquari:

  • La sfida
  • Dimensioni della vasca
  • Mantenere l’acqua in circolo
  • Troppo costoso
  • Il filtraggio richiesto
  • Selezione di pesci limitata

IMGP0349I coralli e gli anemoni sono estremamente sensibili al loro ambiente. Molte persone non prendono nemmeno in considerazione di allevarli, sopratutto una volta che imparano di tutto su tutte le loro complessità. Preferiscono invece iniziare con un acquario d’acqua dolce per poi finire con un acquario marino di barriera. La dimensione della vasca è un’altra considerazione seria. Mantenere un acquario marino di barriera significa che non si può andare su piccole dimensioni. La vasca non deve essere troppo stretta e ha bisogno di essere grande.

La maggior parte degli esperti acquariofili suggeriscono che non si dovrebbe mai cominciare con qualcosa di più piccolo di 70 litri escludendo pico e nano-reef. Tenete presente, inoltre, che i coralli avranno i colori più brillanti grazie a una forte fonte di luce. Diamo un’occhiata a l’impatto che può avere il sovraffollamento dei coralli. I coralli non possono essere troppo vicini l’uno all’altro perché lotteranno per lo spazio e per il cibo.

IMGP0356I coralli rilasciano sostanze chimiche e se sono stressati, diventeranno suscettibili a varie malattie. Le malattie possono spazzare via l’intera popolazione di coralli in pochi giorni. l’acquario marino di barriera necessita di pompe di movimento dell’acqua per simulare che il moto dell’oceano. In caso contrario, i coralli, gli anemoni e gli altri invertebrati moriranno tutti di fame. L’acqua in un acquario marino di barriera deve essere in costante movimento per aiutare a simulare una vera e propria barriera corallina allo stato selvatico. Mantenere un acquario marino di barriera può essere molto più costoso. Quasi tutto costa di più. Il vasca costerà di più, le forniture costano di più, devi inoltre preoccuparti della salinità e dei cibi differenti per i vostri animali. Oltre a questo, i coralli e altri invertebrati sono di solito più costosi dei pesci.

Con un acquario marino di barriera, sarà necessario utilizzare uno schiumatoio che deve essere aggiunto al sistema di filtraggio. Gli schiumatoi funzionano raccogliendo gli inquinanti organici che sfiorano le bolle d’aria di schiuma che escono dalla pompa ad aria dopo si rompono sulla superficie dell’acqua. Gli schiumatoi possono essere piuttosto costosi, ma in realtà, è necessario considerare quanto sia grande il vostro acquario prima di sceglierne uno.

Un altra cosa da tenere in considerazione sui schiumatoi è che si deve costantemente giocherellare con le impostazioni per assicurarsi che stia lavorando in modo ottimale. Un’altra considerazione è che avrete bisogno di più aerazione di quanto si potrebbe trovare in una vasca d’acqua dolce. Questo perché l’acqua di mare contiene meno ossigeno dell’acqua dolce dello stesso volume.

I coralli e gli altri invertebrati in acquario possono limitare la scelta dei pesci, alcuni pesci marini mangiano o comunque danneggiano i coralli.

Considerazioni finali sull’acquario marino di barriera

Questo articolo non è assolutamente per scoraggiare tutti gli acquariofili che vogliono allestire un acquario marino di barriera, serve solo per far capire fin da subito alcune considerazioni da tener presente prima di avventurarsi in questa comunque bellissima ed entusiasmante esperienza partendo con il piede giusto. Avrete necessariamente bisogno di pensare all’acquisto degli indispensabili accessori per acquario marino. Vi consigliamo di contattarci per chiederci consigli sull’acquisto e di visitare il nostro shop.

  • ammin - 28 febbraio 2016