featured image

Acquario dolce e acquario marino

By ammin in Acquario Dolce on 29 aprile 2014 - No Comments

In acquariofilia si tende a voler avere un acquario bello, colorato e sopratutto in salute. Oltre ad avere un acquario bello, l”acquariofilo solitamente vuole arrivare ad ottenere un bellissimo acquario colorato ma sopratutto vuole avere le fatidiche riproduzioni in vasca. Sostanzialmente le differenze tra acquario dolce e acquario marino sono nella gestione e negli animali che verranno ospitati al suo interno.

Acquario dolce

Acquario DolceL”acquario dolce nella maggior parte dei casi è allestito con fondo fertile e piante acquatiche che produrranno l”importantissima CO2. In un acquario dolce si possono ricreare moltissimi differenti tipi di biòtopo come ad esempio l”Amazzonico e l”Asiatico che sono tra i più ricreati dagli acquariofili. I soli acquari che non vengono allestiti con piante sono per i Ciclidi Africani perchè nei loro fiumi e laghi di origine hanno un ecosistema formato da tantissime pietre che formano i loro nascondigli preferiti. Nell”acquario dolce si possono allevare tantissime differenti specie di pesci d”acqua dolce e di acqua fredda. Molte specie di pesci nel loro habitat naturale, sono soggetti a condizioni estreme di livelli di acqua, condizioni dell”acqua e di temperatura sopratutto.

Acquario marino

Acquario marinoLe condizioni dell”acqua in un acquario marino devono essere stabili, come stabili sono i valori e la salinità dell”acqua nel mare. A differenza di fiumi e laghi che possono essere soggetti a condizioni di livelli dell”acqua e a improvvisi cambiamenti di temperatura, nel mare solitamente non è così. Mantenere in salute un acquario marino e condurlo nel migliore dei modi è un pò più difficile di un acquario dolce se non si conoscono le giuste informazioni e non si ha esperienza nell”utilizzo dei fondamentali accessori per acquario marino. Insomma, nel condurre un acquario marino cambia completamente la gestione.

Considerazioni

Un acquariofilo che sceglie un acquario dolce o un acquario marino, avrà comunque un ecosistema che dovrà condurre con rispetto per la vita al suo interno. Un acquario dolce, probabilmente, sarà meno colorato di un marino, mentre un marino avrà sicuramente pesci, invertebrati e coralli molto più colorati e molto più affascinanti da vedere. Qualsiasi sia la scelta tra dolce e marino, consideriamo che la salvaguardia degli animali al suo interno deve essere affrontata con rispetto. Qualunque sia la nostra scelta, il rispetto per i nostri animali è fondamentale per la loro tutela e salvaguardia.

Un acquario di acqua dolce può avere molte più riproduzioni che in un marino, perchè appunto come spiegato prima, i pesci e gli invertebrati possono essere meno esigenti nelle condizioni in vasca. In natura i pesci e gli invertebrati dei fiumi e dei laghi, possono riprodursi anche in condizioni non favorevoli. Solo i pesci predatori come piranha e arowana saranno difficili da riprodurre in acquario e altre poche specie di pesci. Possiamo ad esempio trovere i Guppy, che in un acquario dolce, tenderanno a riprodursi fino allo stremo, infatti, i Guppy, vengono anche conosciuti come pesce “milione” per l”appunto la sua capacità di riprodursi a dismisura. In una vasca di acqua salata solo esperti di acquariofilia riescono a trovare le giuste condizioni per far riprodurre pesci e invertebrati mentre per quanto riguarda i coralli, le giuste condizioni dell”acqua associate a una giusta illuminazione, possono favorire la loro riproduzione anche per acquariofili meno esperti.

  • ammin - 29 aprile 2014